Samsung non ha certamente intenzione di ripetere il clamoroso flop del Galaxy Note 7 e proprio per questo sul Galaxy Note 8 la casa coreana andrà sul sicuro. Sebbene Samsung non abbia ancora svelato il vero motivo che portava i suoi phablet ad esplodere, tutti hanno sempre puntano il dito verso la batteria. Difettosa o sottodimensionata, il problema è sempre stato da ricercarsi in questa direzione. Proprio per questo, la casa coreana avrebbe pianificato, secondo le ultime indiscrezioni, di utilizzare per il Galaxy Note 8 le batterie realizzate da LG piuttosto che le sue.

Samsung, dunque, probabilmente vuole non rischiare anche perchè forse ha davvero capito quale sia stato il vero problema del Galaxy Note 7. L’accordo non sarebbe stato ancora firmato ma le trattative tra le due aziende sarebbero molto avanti. Trattasi di un passo importante per Samsung che sino ad ora ha sempre preferito laddove possibile, realizzare i componenti in casa. Tuttavia, per garantire la migliore qualità dei suoi prodotti ha deciso di lasciare ad aziende terze il compito di realizzare alcune elementi dei suoi futuri dispositivi mobile. In questo modo Samsung potrebbe ritagliarsi anche più tempo per sviluppare adeguatamente tutti gli altri elementi che comporranno il futuro Galaxy Note 8, che potrebbe anche chiamarsi, comunque, differentemente.

Al suo debutto manca, in ogni caso, ancora molto tempo visto che di solito viene annunciato verso la fine dell’estate. Di questo phablet sicuramente se ne parlerà molto in futuro ma al momento l’attenzione è di conoscere da Samsung i reali motivi dei problemi tecnici del Galaxy Note 7 visto che la società ha fatto sapere di averne capito l’origine.