Samsung ha decido che reinserirà in commercio il Galaxy Note 7 anche se a specifiche condizioni. Dopo molte settimane di speculazioni, la casa coreana ha confermato che il suo phablet noto alle cronache per i problemi alla batteria che lo portavano ad esplodere tornerà in circolazione. Il Galaxy Note 7, però, non sarà reinserito nei normali circuiti di vendita ma sarà immesso nuovamente sul mercato o sotto forma di prodotto ricondizionato o a noleggio. Lecito aspettarsi, inoltre, che la casa coreana abbia anche apportato alcune modifiche alla batteria per renderlo sicuro. Il Galaxy Note 7 sarà reintrodotto solo in specifici mercati ed è possibile che in Italia non ritorni mai e che sia un’esclusiva di poche regioni selezionate da Samsung.

I Galaxy Note 7 che saranno reintrodotti sul mercato saranno, comunque, un numero esiguo mentre gli altri saranno, tutti, riciclati sin nelle più piccole parti. La svolta green della casa coreana è da ricercarsi soprattutto nella volontà di smorzare le polemiche di Greenpeace che aveva organizzato una manifestazione contro l’azienda.

Sempre in ambito sostenibilità, Samsung si è impegnata a trovare nuove soluzioni di costruzione eco compatibili. Si attende, dunque, il ritorno del tanto discusso phablet sul mercato con l’auspicio che i problemi di “esplosione” siano solo un pallido ricordo.