Galaxy Note 4, il nuovo phablet di Samsung, arriva in pre-ordine negli Stati Uniti: il prezzo di AT&T e Verizon è identico e prevede $299.99 per la versione da 32Gb, con due anni d’abbonamento, oppure $825.99. Difficile fare un paragone con iPhone 6 Plus, che parte da 16Gb e non ha lo stesso taglio di memoria, ma è prevista una permuta dell’usato simile a quella proposta da Apple nel Programma di riuso e riciclo — con uno sconto tutt’altro che infinitesimale, a differenza di quello garantito da Cupertino. Sono $200 risparmiati.

Se la Mela regala degli “spicci” per acquistare iPhone 6 o iPhone 6 Plus in cambio dell’usato, Samsung garantirà fino al 16 ottobre – il giorno prima dell’arrivo di Galaxy Note 4 nei negozi statunitensi – una cifra consistente, a prescindere dal valore di mercato dello smartphone in permuta. In Italia dovrebbe arrivare soltanto nel mese di novembre a un prezzo superiore ai settecento euro, anche a causa dell’equo compenso da copia privata voluto dalla SIAE, e non sappiamo ancora se sarà applicato lo stesso sconto sul pre-ordine.

Quale smartphone scegliere fra Galaxy Note 4 e iPhone 6 Plus? La scelta è condizionata da una serie di fattori, come abbiamo sottolineato nella nostra comparativa: il prezzo non è un elemento che possa essere sottovalutato — anche se, in questa fascia, chi può permettersi un investimento di solito non ha bisogno di guardare il cartellino. Possiamo soltanto evidenziare il diverso approccio di Apple, che accetta in permuta soltanto gli iPhone, e Samsung che non guarda alla marca dello smartphone… e propone sconti più consistenti.

foto ufficio stampa