Cosa scoraggia una famiglia – al momento dell’acquisto del computer – dal prendere in casa un Mac? Probabilmente il prezzo e le difficoltà che inizialmente gli utenti incontrerebbero nel relazionarsi con un nuovo ecosistema. Eppure il divario tra PC e Mac sta diventando sempre più piccolo. 

Buone notizie per Cupertino secondo gli analisti di Asymco che hanno provato a capire a che punto è il rapporto nelle vendite tra PC e Mac. Fino a qualche anno fa, infatti, il divario era inenarrabile. Adesso invece, sembra proprio che i dispositivi Apple stiano facendo breccia tra informatici ed internauti.

In un certo senso le persone sono maggiormente disponibili ad acquistare un Mac nonostante acquistarlo sia ancora un grande impegno economico. A livello storico si conta che nel 2004 per ogni Apple venduto ci fossero in commercio almeno 55 Pc.

Per l’azienda di Cupertino, scoprire questi dati, equivaleva ad arrendersi al predominio dei PC. Nel giro di meno di dieci anni, invece, il rapporto è molto più interessante, perché per ogni Apple sono venduti soltanto 20 personal computer.

Questi dati fanno ben sperare la Apple, mentre si abbattono come una scure sulle disamine del futuro effettuate dalla Microsoft. In più bisogna considerare la soddisfazione di chi inizia ad usare un Mac: difficilmente un Appleiano torna sui suoi passi.