Il lavoro e la crescita occupazionale dei giovani talenti italiani saranno al centro di “Osservatorio Lavoro & Imprese”, convegno di economia e lavoro, organizzato dal Gruppo Quanta nella mattinata di lunedì 15 settembre presso il Quanta Village (Via Assietta, 19 – Milano). Durante l’incontro, che si inserisce nella rassegna “Work Specialists”, oltre alla presentazione di una ricerca sul mercato del lavoro condotta sulle aziende, verrà consegnato il “Premio Quintavalle” a Filippo Valsorda. Originario di Tortona, maturità scientifica e una grande passione per l’informatica, Valsorda si è aggiudicato il prestigioso riconoscimento per la progettazione e la diffusione in rete di un servizio che controlla la protezione dei siti web dalla minaccia di Heartbleed, il “buco” cibernetico che da due anni mette in pericolo la sicurezza dei dati dell’intero popolo di internet. In un mondo sempre più legato all’Information Communication Technology (ICT), tale intuizione è stata subito apprezzata dalle più importanti multinazionali del settore, spalancando al giovane tortonese le porte del successo. A 19 anni, Filippo Valsorda oggi lavora come Systems Engineer in Cloud Flare, società statunitense che gestisce il traffico per siti web grandi e piccoli, offrendo velocità e sicurezza grazie a un vasto network di server innovativi.

Il premio di 10mila euro è intitolato a un grande protagonista dell’imprenditoria del Novecento, l’ingegner Umberto Quintavalle, Cavaliere del Lavoro e artefice del successo della Magneti Marelli a cavallo tra le due guerre mondiali. Ogni anno la famiglia Quintavalle conferisce questo riconoscimento a persone o società che si siano distinti nel campo dell’innovazione. Da un punto di vista storico-sociale l’innovazione e l’internazionalizzazione procedono parallelamente. Per questo, nel tempo, il Premio ha assunto tratti e dimensioni sempre più internazionali, affermandone, come nel caso di Valsorda, i vincitori oltre i confini nazionali: “Il successo di Filippo Valsorda - sottolinea Illo Quintavalle, Amministratore Delegato del Gruppo Quanta - è un segno tangibile della vicinanza dell’azienda ai giovani e un’esortazione a sperare in un soddisfacente futuro lavorativo in Italia o all’estero, sfruttando le opportunità occupazionali offerte dai settori connessi all’innovazione. Il settore ICT riveste oggi un ruolo centrale per l’occupazione nel nostro paese. Lo sviluppo dei sistemi di informazione e comunicazione digitale sta creando nuovi sbocchi occupazionali e figure professionali d’avanguardia. In questo scenario, la società si è costruita un vantaggio competitivo offrendo, tra le prime in Europa, formazione e gestione di personale specializzato al settore”.