Il Fotovoltaico in Italia non è ancora sfruttato come si dovrebbe, ma in questo 2012 qualcosa si dovrebbe “muovere”, secondo il ministro dell’Ambiente Corrado Clini:
L’Italia sfrutta ancora poco il potenziale energetico dei pannelli solari e sarebbe necessario investire in ricerca e sviluppo e semplificare gli iter autorizzativi.

Secondo gli ultimi dati rilasciati dal governo l’energia Fotovoltaica in Italia viene sfruttata solo per il 10-12% della sua reale potenzialità, nel nostro paese
il potenziale del Fotovoltaico è molto alto ma poco sfruttato a causa anche delle scelte politiche degli anni passati.

Investire in Ricerca e Sviluppo, questo il progetto che vuole portare avanti il ministro dell’Ambiente Corrado Clini, la crisi energetica in questo ultimo periodo incide sempre più in misura rilevante, per risolvere il problema energetico è necessario potenziare lo sfruttamento ed il rendimento degli impianti fotovoltaici in essere e crearni di nuovi.

Semplificazione burocratica

Il ministro dell’ambiente è pronto anche a varare nuove norme che faciliteranno l’implementazione del Fotovoltaico, norme che riguardano la semplificazione della burocrazia e dell’iter per autorizzare la costruzione degli impianti rinnovabili.