Pokémon Go è un gioco che sta riscuotendo un successo planetario. Sono milioni le persone che ogni giorno passano un po’ del loro tempo libero a giocare a questo particolare titolo che sfrutta la realtà aumentata. Proprio perchè il gioco sfrutta la realtà aumentata, i giocatori avranno la necessità di utilizzare la fotocamera del loro dispositivo mobile sia esso uno smartphone che un tablet pc. Tuttavia, per fare in modo che il gioco possa avere accesso alla fotocamera del dispositivo, è necessario dare il consenso al primo avvio del gioco. Nel caso non fosse dato il consenso, la fotocamera semplicemente non potrà funzionare e ne risentirà pesantemente l’esperienza di gioco.

Dare il consenso è banale e basterà rispondere affermativamente alla richiesta dell’app alla possibilità di accedere alla fotocamera al primo avvio del gioco. Nel caso il consenso non fosse dato sarà necessario accedere alle impostazioni avanzate del gioco e trovare la gestione dei permessi. Dove si trovano questi menu varia da sistema operativo a sistema operativo.

Una volto dato il consenso all’utilizzo della fotocamera, il suo utilizzo è banale. Accedendo al gioco, quando la mappa segnalerà la presenza di un Pokémon, sarà sufficiente cliccare su di esso per avviare la fotocamera e sfruttare i vantaggi della realtà aumentata.

I passaggi necessari sono, dunque, molto banali, basta solo prestare attenzione all’inizio. Una volta avviata la fotocamera ed inquadrato il Pokémon, non rimarrà da fare che provare a catturarlo.