Dopo essere stata rilasciata per iOS ed in beta per Android, l’applicazione Prisma è finalmente sbarcata ufficialmente su tutti i dispositivi di Big G. Trattasi di un’interessante applicazione che trasforma in un’opera d’arte tutti i normali scatti effettuati attraverso il proprio smartphone attraverso un complesso e sofisticato utilizzo di reti neurali con algoritmi di intelligenza artificiale. La sua particolarità, rispetto ad altre applicazioni similari, è la sua estrema precisione grazie alla quale riesce a realizzare fotografie ispirate a grandi artisti del calibro di Kandinskij, Munch, Kanagawa e Picasso.

Applicazione che su iOS ha riscosso un enorme successo che probabilmente riscuoterà anche su Android. Tutta questa enorme potenzialità si sfrutta, inoltre, anche in maniera estremamente facile. Attraverso un’interfaccia molto chiara ed esaustiva, purtroppo localizzata solamente in lingua inglese, l’app richiede solamente agli utenti di scattare una nuova foto o di utilizzare una già presente all’interno del rullino fotografico. Successivamente, gli utenti potranno applicare i filtri ed aggiungere alcune impostazioni. Da evidenziare che vista la complessità dei filtri, la loro applicazione non è immediata ma richiede alcuni istanti d’attesa.

Il risultato finale è però, sbalorditivo e permette di creare dei lavori davvero impressionanti per qualità. Opzionalmente, comunque, le foto possono essere salvate anche nel loro formato originale. Prisma può essere scaricata gratuitamente attraverso il Play Store di Google e richiede Android 4.1 o superiore per poter funzionare.