Se si vuole formattare il proprio PC, l’azione può essere dettata da diverse motivazioni: il nostro computer può aver mostrato rallentamenti nell’ultimo periodo in cui lo abbiamo utilizzato, potrebbero essere presenti virus, o potrebbe essere troppo grande la quantità di dati immagazzinati. Per questo, prima di voler effettuare una formattazione, e in realtà anche senza aver in mente di formattare, effettuare una copia di backup dei propri dati è cosa buona e giusta, un’azione da compiere con la maggiore frequenza possibile, in modo che se il nostro computer dovesse non funzionare più e fosse necessaria la formattazione, resti a noi una copia esterna ed al sicuro di tutto ciò che vi si trovava all’interno, o, almeno, le informazioni ed i file più importanti.

Le vie per fare backup dei propri dati sono diverse: possiamo effettuare un backup direttamente con l’apposito strumento Windows, che troviamo nel Pannello di controllo, nella sezione Sistema e manutenzione, con il nome Backup e ripristino. Da qui potremo impostare un backup automatico e programmato periodicamente; il consiglio anche da parte di Microsoft, è di non eseguire il backup sullo stesso hard disk dove è installato il sistema operativo, o quanto meno non nella stessa partizione (può essere utile il post dedicato a come partizionare un disco rigido). La cosa ideale sarebbe utilizzare un hard disk esterno, un CD/DVD, una partizione secondaria del disco rigido, una scheda di memoria USB, o anche un servizio di cloud storage, se la memoria che abbiamo a disposizione in quest ultimo è sufficiente da contenere tutti i nostri dati, ricordando che specialmente nel caso di video, fotografie e musica lo spazio necessario sarà parecchio.

Se invece vogliamo affidare il tutto ad un software, le vie sono ancora di più. In rete sono infatti diversi i programmi gratuiti che offrono la creazione di copie di backup dei dati: una buona scelta potrebbe essere il software dal nome Comodo Backup, gratuito e sicuro. Una volta scaricato ed installato il programma, sarà sufficiente aprirlo (possibilmente sfruttando i permessi da amministratore, dato che il software dovrà avere accesso a tutti i file) e scegliere l’opzione desiderata. Dalla schermata Home potremo scegliere di effettuare un backup dell’intero sistema, oppure, dalla schermata laterale Backup, potremo eseguire il backup di elementi selzionati: File e cartelle selezionati; Disco, partizioni e MBR (sezione dell’hard disk dedicata alle impostazioni di avvio del sistema), ovvero il boot manager; File di registro; Voci del registro.
Ricordiamo inoltre che, in caso di backup di tutto ciò che è contenuto nel nostro computer, sarà necessario parecchio tempo, anche diverse ore, perciò è preferibile scegliere con cura il momento in cui avviare l’operazione.

Altro programma gratuito e dal facile utilizzo è Todo Backup, uno dei software più popolari a livello globale nella sua categoria. Una volta scaricato il software (dovremo inserire l’indirizzo email per accedere al download gratuito) ed eseguita l’installazione accettando le condizioni d’uso, il computer potrebbe aver bisogno di essere riavviato per ultimare il funzionamento del software. A questo punto il processo sarà molto simile a quello visto per Comodo Backup, con l’avvio del backup che avverrà cliccando sull’apposito bottone nella schermata principale del programma. In seguito dovremo selezionare il disco rigido o la partizione di esso di cui vogliamo eseguire il backup (questo nel caso non si voglia salvare tutto il contenuto del computer) e il percorso di destinazione per il salvataggio del backup, che consigliamo essere sempre un dispositivo esterno al computer, che non rimarrebbe compromesso in caso di malfunzionamento dello stesso.