Flipboard ha iniziato a rinnovare la homepage sulla quale puoi leggere le principali news dalle fonti che hai selezionato, organizzandola per te basandosi sulla tipologia d’aggregazione: le notizie provenienti dai social network sono separate da quelle delle testate online che segui e dai gruppi in cui le suddividi. Una formula che ricorda molto quella dei magazine, che la app ha sempre preso come punto di riferimento. Non è difficile capire perché Flipboard abbia optato proprio adesso per questa soluzione, secondo me discreta.

Facebook ha appena annunciato la disponibilità di Paper, che da domani potresti installare su iOS per consultare gli aggiornamenti dalle pagine e dagli amici che segui sul social network — proprio come Flipboard, proporrà anche delle notizie selezionate per gli interessi che esprimi. La nuova applicazione di Mark Zuckerberg potrebbe essere o meno un successo, ma indubbiamente costringe la concorrenza a introdurre dei nuovi elementi nelle proprie app. Flipboard ha giocato d’anticipo, introducendo le Cover Story che imitano Paper.

Continuerai a usare Flipboard oppure darai una chance a Paper? La scelta è obbligata, per quanto mi riguarda, perché Facebook non ha pensato ad Android… però sono molto incuriosito dalla novità del social network. Flipboard è completamente tradotta in italiano ed è una valida alternativa a Google Play Newsstand, più che al compianto Reader: a questo proposito, Digg ha scelto una via diversa. Anziché ristrutturare i contenuti, ha cominciato a proporre degli articoli originali (come puoi intuire sono scritti soltanto in inglese).