Se hai già letto qualcosa che ho scritto sull’argomento è probabile che tu abbia presente il mio scetticismo: una delle attività professionali che svolgo è proprio quella del web designer — quindi ho un pregiudizio sulle piattaforme che, come Flazio, ti propongono di creare un sito in cinque minuti. Non sarei onesto, se non te lo ricordassi, ma questa volta mi sono trovato di fronte a una soluzione convincente! Resto dell’idea che la scelta migliore sia quella d’affidarsi a un professionista, però gli darei comunque una chance.

Prima di spiegarti perché Flazio m’ha favorevolmente sorpreso è bene che t’illustri come funziona: puoi registrarti con Facebook e iniziare subito a creare il tuo sito. Se scegli un dominio di terzo livello, sotto a flazio.it, non paghi nulla e puoi scegliere fra una serie di modelli che spaziano dalle landing page ai blog. Trovi alcuni elementi sulla sinistra, che ti permettono di passare da un template all’altro, e sulla destra hai un menù per salvare le preferenze. I domini personalizzati partono da 9€ al mese o 99€ all’anno.

Lo ammetto, il mio entusiasmo su Flazio non ha nulla a che vedere col prodotto che offre: il codice ha qualche imperfezione (non nel senso che non funziona qualcosa, ma giusto che io l’avrei indentato in un modo diverso… perché sono un paranoico), però la struttura è impeccabile. L’uso delle animazioni bidimensionali dei CSS garantisce la massima usabilità e la piattaforma è davvero rapida. Insomma, chi l’ha sviluppata sa fare il proprio lavoro e se avessi una web agency lo assumerei subito. È per questo motivo che lo promuovo.