Il sogno più grande dell’uomo è sempre stato volare, non dimentichiamolo. Sogno realizzato con gli aerei, certo, ma solo in parte, perché la volontà di librare per aria come un gabbiano in preda alle correnti, resterà probabilmente solo nella mente dell’uomo, piuttosto che trasformarsi in realtà (poi magari tra due anni nasce una nuova tecnologia, eh).

Sicuramente non sono l’unico che sogna di poter volare, considerando il lavoro che hanno svolto i ragazzi di Birdly. Si tratta, infatti, di un progetto che unisce meccanica, idraulica, dei software per la riproduzione del volo degli uccelli, ed un Oculus Rift. Lo scopo di tutto ciò? Catturare l’esperienza di volo e renderla riproducibile e palpabile in prima persona.

Vedendo il video riportato sotto, possiamo notare la particolarità del progetto, vedendo quindi come i battiti delle ali del volatile che in pratica impersoniamo nella simulazione dipendano dalla pressione dei tasti situati alla fine delle ali stesse. La realtà aumentata offerta da Oculus Rift in questo caso si rivela completa, includendo sia la simulazione che l’azione fisica del volo. Vediamo ora il video teaser di Birdly.

Birdly – Teaser from maxR on Vimeo.

Seguite Andrea Careddu su Google Plus Twitter