Una volta correvo. Prima della nascita delle bimbe io e mia moglie ci eravamo intrippati con la corsa in modo serio: allenamenti quotidiani e gare amatoriali la domenica. Ovviamente avevo anche preso seriamente il fatto di crearmi la base musicale fondamentale per affrontare nel modo giusto le mezze maratone. Quindi perdevo ore ad ordinare le canzoni per BPM (battiti per minuto) in modo da ottenere circa due ore di playlist in liena con il ritmo di corsa che avrei tenuto in gara… un lavoraccio!

Allora non c’era ancora l’iPhone (o l’iPod touch) e soprattutto non c’era ancora Cruise Control l’app per iOS che sfruttando l’accelerometro del melafonino individua la frequenza del nostro passo e adatta in tempo reale i BPM della playlist al fine di sincronizzarli al nostro ritmo.

In alternativa si può impostare nell’app la frequenza di passo desiderata (o la velocità) e la musica si adatterà a quello dandoci il ritmo ed incitandoci nell’azione locomotoria. Gli sviluppatori affermano che in questa modalità l’errore che commette l’algoritmo è di circa l’un per cento.

Oltre alle due funzionalità sopra descritte c’è anche l’interessantissima possibilità di impostare una frequenza cardiaca target (e in questo caso serve un sensore tipo ANT+) e Cruise Control penserà a proporvi il giusto peace per rimanere in quella soglia fisiologica.

L’algoritmo (per il quale è stata depositata domanda di brevetto) è stato sviluppato dai ricercatori della Locomotion Lab at Simon Fraser University.

L’app disponibile anche sull’App Store italiano ha un costo di 4,49 €.

Direi proprio che non vedo l’ora di tornare a correre per provare questa chicca.

Fonte news Mashable, credit foto iStockphoto, blublaf.