Al SXSW 2013, in chiusura domani ad Austin, Mozilla ha chiarito che non esisterà una versione di Firefox per iOS finché Apple continuerà a ostacolare i browser di terze parti. Rimosso da iTunes nel settembre del 2012, Firefox Home è stato il primo e ultimo approccio di Mozilla al sistema operativo: permetteva di sincronizzare le preferenze salvate sul desktop e aprire con Safari le pagine memorizzate tra i segnalibri. La versione completa del browser non ha mai raggiunto iOS e, con queste premesse, è difficile arrivi in futuro.

Secondo Jennifer Van Grove di CNET, questa scelta potrebbe essere controproducente: sappiamo che persino Google preferisce la soluzione di Apple ad Android. Io non condivido le sue preoccupazioni perché dubito che la maggioranza degli utenti installi dei browser diversi da quello predefinito. È una necessità dei designer. Firefox Home aveva un significato nel recupero delle password oppure dei preferiti, però Safari è un ottimo prodotto e secondo me Mozilla non ha bisogno di cercare la competizione con iPad, iPhone o iPod Touch.

Il ritiro di Firefox Home è stato quasi obbligato, per gli stessi motivi che inducono Mozilla a ignorare iOS: non sono uno di loro, ma penso che i possessori dei device prodotti da Apple abbiano già subito una grave perdita con esso. Il futuro è tutto incentrato su Firefox OS che al MWC 2013 ha riscosso un grande successo e, a mio avviso, avrebbe qualcosa da dire anche su desktop e laptop. Mozilla non ha bisogno di iOS, né Apple di Firefox. L’importanza strategica del sistema operativo per le app non ha mai coinvolto i browser.

Photo Credit: animaster via Photo Pin (CC)