Proprio in questi giorni mi stavo chiedendo se Firefox OS avesse attirato necessariamente l’attenzione delle case produttrici, tanto da riuscire a far produrre dei device con questo sistema operativo a bordo. Ero abbastanza disilluso, con poche speranze, perché sinceramente spero di potermi affrancare dall’ecosistema Google prossimamente, ma non credo che ci riuscirò. In ogni caso, LG ha deciso di stupirmi, e di rilasciare dichiarazioni ufficiali sul sito bulgaro Dnevnik riguardo la produzione di handset e wearable device con Firefox OS.

Avete letto bene. Non solo handset, ma anche wearable device. Dimitar Valev infatti, capodipartimento alla comunicazione di LG Bulgaria nell’intervista ha dichiarato che l’azienda in programma di produrre innanzi tutto smartwatch basati su Firefox OS, ma anche tablet, e phablet. Che questo sia il nodo di svolta per Firefox OS, finalmente in grado di sbarcare su hardware più prestante, tanto da mettere un turbo al sistema vero e proprio, oltre che al numero di utenti?

Certo, ZTE Open è una sfida interessante e sono sicuro che come terminale farà ancora la sua porca figura. Ma andiamo, volete fare un paragone con LG? Uno dei più grandi costruttori mondiali che tutto d’un tratto decide di dare una chance a Firefox OS, e decide di prendere la palla al balzo per diventarne forse il maggior supporter nella gamma orientata ai consumer. Per ora, però, sono solo promesse. Ah, se sono vedessi anche uno smartphone congruo con Firefox OS.

Intanto ricordatevi che se volete testare la vostra app per Firefox OS e non avete un device a portata di mano, potete sempre usare Firefox OS Simulator.

Photo credits: Mozilla in Europe via photopin cc