Martedì, Mozilla ha rilasciato ufficialmente Firefox OS con l’uscita dei primi due smartphone a Madrid: è una buona occasione per mostrare le funzionalità di Firefox OS Simulator, l’emulatore che permette d’installare e provare le applicazioni web del sistema operativo sul browser. Lo strumento è installabile come qualunque altra estensione, non richiede un riavvio di Firefox, ma – dovendo scaricare circa 69Mb – potrebbe impiegare qualche minuto nel terminare la procedura. L’utilizzo dell’emulatore è molto semplice e intuitivo.

Per registrare lo screencast in calce ho scelto d’utilizzare la app per gestire le TO-DO list che avevo illustrato qualche settimana fa. Non avendo modificato il codice originario ed essendo un’applicazione incompleta, durante la prova ho incontrato dei problemi d’esecuzione: il senso della mini-guida è quello di mostrare il funzionamento di Firefox OS Simulator, non della app in sé. Immagino che gli utenti più esperti possano trovarlo piuttosto banale, però non è affatto un tutorial indirizzato agli sviluppatori professionisti.

Specifico subito che, nonostante io abbia utilizzato Ubuntu, gli stessi passaggi sono replicabili su Windows o Mac OS X. Tanto Firefox OS Simulator 4.0, quanto le dipendenze di quest’applicazione sono disponibili per qualunque sistema operativo: Node.js è un requisito comune a pressoché ogni app di Firefox OS, mentre volo è un packager installabile da NPM — che potrebbe essere sostituito a discrezione dello sviluppatore. Se non gradite le TO-DO list, potete comunque provare l’emulatore di Firefox OS utilizzando dei videogiochi.