Firefox OS continuerà a vivere come sistema operativo per le soluzioni IoT (Internet of Things). Nato come alternativa ad iOS, Android e Windows Phone, Firefox OS non ha ottenuto il successo sperato e così Mozilla ha deciso di interromperne lo sviluppo, almeno per quanto riguarda la declinazione dedicata ai dispositivi mobile, molti pochi in realtà. Connected Devices, il team che sviluppa questa piattaforma, ha, comunque, evidenziato attraverso un lungo comunicato l’esatto futuro di questa piattaforma software.

Il supporto per la declinazione smartphone cesserà ufficialmente il prossimo maggio contestualmente con il rilascio di Firefox OS 2.6. Il sistema operativo, rimarrà, comunque open source e dunque chiunque potrà ottenere il codice sorgente per modificare ed ottimizzare la piattaforma.

Inoltre, a partire dal prossimo 29 marzo, Mozilla non accetterà più applicazioni compatibili anche per Android e desktop, mentre le app Firefox OS saranno accettate sino al 2017. Le app native riceveranno ancora aggiornamenti, mentre quelle compatibili con Android e desktop no e non potranno più, nemmeno, essere installate.

Da adesso in poi, Mozilla ed il team Connected Devices lavoreranno per sviluppare Firefox OS per gli ambienti IoT. Attualmente, Firefox OS è già presente su alcuni modelli di Smart TV ma in futuro, questa piattaforma software potrebbe arrivare su altre tipologie di dispositivi.

In passato, al riguardo, sono stati scoperti alcuni progetti riguardanti prodotti come un dongle HDMI; un router con firewall integrato; una tastiera basata sulla piattaforma hardware Raspberry Pi. Trattasi di progetti ma che in futuro potrebbero trovare anche uno sbocco reale sul mercato.