Avevamo già parlato più volte di Firefox OS, il progetto relativo al mobile computing di Mozilla attraverso il quale l’organizzazione punta a rendere il mondo del mobile un ecosistema più libero. La notizia di oggi su questo fronte è che ZTE, principale partner del progetto lato manufacturing (come ci aveva illustrato Marco Usai), ha appena svelato il suo primo handset orientato ai clienti e non agli sviluppatori, ovvero lo ZTE Open.

La cosa stupefacente di questo device è il prezzo: a soli 69 euro, infatti, ovvero 90 dollari, ZTE Open ci riserva 800MHz di potenza di calcolo, 256MB di RAM e 512MB di storage locale. La risoluzione dello schermo pare essere una umile 480×320, e come le altre specifiche si attesta decisamente sulla categoria dei device low-end. Effettivamente per ora il target di ZTE è proprio questo: portare il mobile computing ed espandere questo ecosistema nella direzione dei paesi in via di sviluppo, e a target non coperti degnamente da nessun carrier e nessun manufacturer fino ad oggi.

Bisogna vedere quanto questo handset verrà spinto dai partner commerciali: ZTE infatti ha prodotto il terminale, che dovrà entrare a far parte della fornitura TIM da noi, Telefonica per quanto riguarda la Spagna. Ho grandi aspettative da Firefox OS e da ZTE Open. Con partner simili, se venisse fatta anche poca pubblicità al progetto, basterebbe per renderlo un player interessante nella scena mobile attuale.

Photo credits: Engadget