Firefox Hello è una nuova funzione che Mozilla testa per introdurre le videochat e le chiamate vocali sul browser, senza l’utilizzo di plugin: una possibilità garantita da WebRTC – un framework di Google – che a partire da Firefox 34 (disponibile in versione beta) permetterà agli utenti di comunicare, semplicemente condividendo il link della conversazione. Un esperimento già dimostrato insieme ai tecnici di Chrome nel febbraio del 2013 e che è reso possibile dall’integrazione del codec H.264 di Cisco col rilascio di Firefox 33.

Non è obbligatorio, però gli utenti possono appoggiarsi a Sync – registrando un account gratuito – per usufruire della funzione di chiamata in un click dalla rubrica dei contatti sincronizzata con qualunque dispositivo installi il browser di Mozilla. In quel caso, il contatto è associato a un indirizzo e-mail come con Hangouts di Google: il link alla conversazione è comunque condivisibile con tutti i mezzi possibili, dai messaggi privati sui social network ad altre applicazioni equivalenti. Un’opzione alternativa da considerare.

Telefónica e TokBox, acquisita dalla società spagnola, hanno contribuito alla realizzazione di Firefox Hello: la compagnia collabora con Mozilla alla vendita degli smartphone con Firefox OS e ha fornito la piattaforma OpenTok, attorno alla quale ruota la nuova funzione. Il valore aggiunto non è tanto nelle caratteristiche del servizio, simili a quelle di numerosi concorrenti, quanto nel fatto che l’utente non è costretto a registrare un account… che presuppone la cessione dei dati personali per ricevere della pubblicità mirata.

photo credit: mozillaeu via photopin cc