La fotografia è una passione che accomuna molte persone e fa leva sull’interesse a ricordare i momenti più belli della vita. La Fujifilm ha pensato dunque di rispolverare e rimettere sul mercato un vecchio modello di macchina fotografica, la FinePix X100.

Il costo è un po’ elevato ma alcuni particolari ne fanno un oggetto appetibile.

Cosa può attirare delle vecchie macchine fotografiche? Sicuramente la solidità che ispiravano i modelli di una volta. Quel design che coniugava sobrietà e tecnologia, senza arrendersi ad una serie di tecnologie altamente sofisticate ed altrettanto delicate.

Per tutti questi motivi la FinePix X100è stata realizzata in metallo e pelle, due materiali che rispetto a quelli moderni, suggeriscono una maggiore stabilità.

Per far tuffare i fotografi nel passato, sono stati messi al bando tutti gli automatismi, così che ogni particolare sia regolato manualmente.

L’obiettivo è fisso da 35 millimetri e la sensibilità espressa in iso varia da 200 a 4000.

L’impostazione, come è facile immaginare, è manuale così come a mano deve essere regolata l’esposizione.

Riguardo il mirino è un ibrido, galileiano ed elettronico, ma prevede il supporto (stile moderno) di un minimonitor posteriore.

Il prezzo, purtroppo, non è contenuto e i nostalgici delle foto di una certa epoca, per accaparrarsi il gioiellino in questione dovranno sborsare 999 euro.