La filigrana serve a riconoscere i soldi veri da quelli falsi e in effetti è usata come tratto distintivo della moneta corrente. Ma si possono “filigranare” anche i documenti e anche quelli digitali che indicano appunto una personalizzazione forte del contenuto. Come?

Sui documenti Word elaborati almeno con Word 2007, si può inserire una specie di filigrana per ribadire al proprietà di un documento. Un’operazione molto utile e semplice che tutela le vostre opere.

La filigrana di cui parliamo non è visibile in controluce. Semplicemente permette di specificare le finalità di un documento. Le filigrane più comuni sono quelle che specificano che un documento è “riservato”, oppure “fac-simile”, oppure ancora in “bozza”.

Si capisce subito che lo strumento è importante per i privati ma è fondamentale per le aziende e per le compagnie che non vogliono divulgare troppo i documenti, soprattutto senza che sia chiara la paternità dello stesso.

La filigrana non è soltanto un testo, talvolta è anche u’immagine o anche una scelta estetica. In questo senso può essere usata anche per migliorare l’aspetto di un documento.

Per inserire la filigrana aprite un documento con Word 2007, poi andate nella scheda del Layout di pagina e posizionatevi su Sfondo pagina. Il primo strumento della lista è Filigrana. Dal menu che si apre scegliete la soluzione che maggiormente si addice alle vostre esigenze.