FIFA 16 uscirà esclusivamente su PlayStation 3, PlayStation 4, Xbox 360, Xbox One e PC. Ormai sembra assodato, salvo ripensamenti dell’ultimo momento: FIFA 16 non arriverà sulle console Nintendo. Sarebbe la prima volta, anche se le prime avvisaglie di questo clamoroso addio si intravedevano da almeno un anno.

FIFA 16 come FIFA 15 e FIFA 14: niente versione Wii U

Per capire meglio i motivi di questa scelta della EA Sports bisogna fare un passo indietro al 2012. Secondo i dati di vendita ufficiali, l’ultimo videogioco uscito su Wii U della saga FIFA, ovvero FIFA 13, vendette appena 320 mila copie in tutto il mondo. Quello stesso anno sulla vecchia Wii FIFA vendette il doppio.

Visto il flop di vendite, l’anno successivo EA decise di non far uscire FIFA 14 su Wii U, attendendo periodi migliori. L’attesa fu vana, e anche FIFA 15 non uscì su Wii U. Nell’ultimo anno però, grazie all’abbassamento del prezzo e ad alcune campagne marketing ben riuscite, le vendite della Wii U sono cresciute. Ciononostante, la EA probabilmente non ritiene che le console in circolazione siano sufficienti per mettere in vendita FIFA 16.

La conversione di un videogioco dalle piattaforme tradizionali (PlayStation e Xbox) a Wii U non è un semplice porting, perché costringe gli sviluppatori a effettuare ingenti investimenti per rispondere alle peculiarità della piattaforma Nintendo. Evidentemente la EA Sports non ritiene che l’investimento per la realizzazione di FIFA 16 in versione Wii U verrà poi ripagato in termini di vendite, e così ha deciso di chiudere definitivamente la porta alla casa giapponese.

FIFA 16: addio alle versioni portatili

Come premesso a inizio articolo, questo sarà il primo anno che un capitolo di FIFA non uscirà per nessuna console Nintendo. A differenza di FIFA 15, quest’anno si è deciso di non fare uscire il titolo nemmeno sulla vecchia Wii né sul Nintendo 3DS. Un comunicato ufficiale della EA ha confermato che FIFA 16 non sarebbe uscito né su 3DS né su PlayStation Vita. Probabilmente su questa scelta hanno pesato i flop delle versioni degli ultimi due anni, fortemente criticate dal pubblico perché prive di miglioramenti. La sensazione degli utenti era di giocare alla stessa versione dell’anno precedente, con il solo calciomercato aggiornato. A questo punto, l’unico modo per giocare a FIFA 16 in mobilità potrebbe essere sugli smartphone e i tablet, ma su questo punto la EA non ha ancora sciolto le riserve.

Tornando a Wii U, il pubblico ha effettuato un ultimo disperato tentativo di far cambiare idea alla EA (che comunque non ha ancora detto chiaramente di avere escluso questa piattaforma), lanciando una petizione su Change.org. Ma anche questa mossa è fallita: oggi la petizione risulta chiusa senza aver raggiunto l’obiettivo minimo prefissato: le 8 mila firme (ne mancano circa 500). La EA probabilmente ha azzeccato le previsioni: FIFA 16 non venderebbe molto su Wii U.