Ieri nella mia avventura allo showcase di Microsoft, dopo aver fatto una fila di una mezz’ora abbondante sono riuscito a provare Fifa 14.

La nuova versione di uno dei titoli di EA Sport, non ha assolutamente deluso le aspettative, anzi, ne sono rimasto davvero colpito. Vedere il gioco è una cosa, giocarci è un’altra e se, a primo impatto ero diffidente, ora sono totalmente convinto che Fifa 14 sia un incredibile passo avanti.

Le novità, al di fuori di quelle di Ultimate Team, al quale il team ha posto particolare attenzione, riguardano principalmente una migliorata intelligenza artificiale, una maggior fluidità di gioco e una nuova grafica a mosaico davvero interessante.

Le parole sono una cosa, i fatti un’altra. Mi sono accorto del miglioramento dell’IA giocando una partita di test. Rispetto a Fifa 13 la difesa sembra più compatta, i centrali difensivi risultano essere meno scoperti grazie al supporto dei centrocampisti, molto più dinamici e in continuo pressing. Un videogiocatore attento non potrà che apprezzare questa miglioria, che gioco alla mano, fa davvero la differenza.

La nuova grafica a mosaico ricorda molto Windows 8, inizialmente mi ha confuso, ma devo ammettere che è davvero interessante, vista la buona armonia di colori e contrasti utilizzati dal team per rendere quanto più piacevole possibile questa nuova UI.

Con tutta probabilità acquisterò Fifa 14, la prova su strada mi ha davvero convinto. È tutto molto realistico: i movimenti dei giocatori, le dinamiche di gioco, Messi imprendibile, Ibrahimovic macchina da Gol e Cavani vero matador. Tutto quadra, tutto sufficientemente realistico. A Settembre, il 10, arriverà la prima demo. Alla fine del mese la release della versione finale. Mi fremono già le mani.