Una volta iscritti a Facebook, al di là della ricerca degli amici, dell’upload di alcune foto e della notifica del proprio stato d’animo, in genere, ci si preoccupa di personalizzare il proprio profilo, inserendo delle informazioni riguardo la situazione lavorativa e sentimentale. 

Capita che chi prende seriamente il social network inserisca tra i parenti, fratelli, sorelle e genitori, soltanto i veri congiunti. In altri casi, un po’ per scherzo e un po’ per dimostrare affetto nei confronti di alcuni amici “speciali”, s’inseriscono tra i parenti anche coloro che sono su Facebook ma non sono consanguinei dell’utente.

Stessa cosa accade riguardo l’unione matrimoniale e il fidanzamento. Molti giovani e giovanissimi hanno l’abitudine di indicare come fidanzati e mariti o mogli, persone dello stesso sesso. Magari per divertimento. Chiaramente ci sono anche utenti omosessuali che invece pubblicano il loro stato sentimentale e hanno un po’ lamentato questa indifferenza del social network di Zuckerberg.

Oggi Facebook ha deciso di svoltare e anche in seguito ad un episodio di cronaca, ha inserito un pulsante nel social network che consente alle coppie omosessuali di sposarsi virtualmente nella cornice blu.

L’episodio di cronaca è relativo al recente coming out di un famoso giornalista televisivo: Anderson Cooper.