E’ un luogo comune pensare che su internet sia tutto gratis: in realtà il web è il centro commerciale più grande del pianeta. Si possono acquistare comodamente da casa generi digitali, quali film, musica e libri, ma anche beni fisici che vanno da un paio di scarpe ad una barca.
Il negozio online che fa più affari è quello di Apple, secondo solo ad Amazon. Proprio da quest’ultimo è giunta una novità – al momento in fase sperimentale – che promette di rivoluzionare il modo con cui si faranno acquisti online: grazie ad una partnership stipulata con Twitter sarà possibile, con l’uso di semplici hashtag, comprare od acquistare beni con un tweet.
A seconda di come questo algoritmo verrà sviluppato e di quanto sarà integrato in Twitter, potrebbe davvero essere qualcosa in grado di cambiare le nostre vite.
In peggio.
Ecco alcuni scenari possibili, tutti nocivi per il nostro portafogli, in un futuro non troppo lontano:

CONFUSIONE
La naturale pigrizia umana ci spingerà ad usare il servizio fino ad abusarne. Le timeline si trasformeranno presto in enormi liste della spesa con mogli che redarguiranno, con menzioni colorite, i mariti che hanno dimenticato di includere il latte.

AFORISMI BANDITI
Citi Nietzsche in un tweet? Attento, potresti vederti recapitare a casa l’opera omnia in 12 volumi del filosofo tedesco. E non se la passerebbero meglio i poeti di Twitter, con la casa sommersa da romanzi Harmony e raccolte di Montale.

HATERS ANNULLATI
Guai a criticare Justin Bieber: solo nominandolo si acquisterà in automatico il cofanetto dei suoi cd.

STOP ALLE FOTO DI CIBO E GATTINI
I foodblogger si estingueranno presto: ad ogni tweet sul cibo, si vedranno recapitata una pizza maxi o porzioni famiglia di sushi.
Una sorte analoga attenderà chi invece intasa il social a 140 con foto di gattini: verrà letteralmente sommerso dalla sabbia per le lettiere.

UNA SOLUZIONE NON RICHESTA PER OGNI STATO D’ANIMO
Bisognerà prestare attenzione a qualunque cosa si twitti, l’algoritmo non perdonerà nessuno. Scrivi “Avrei proprio bisogno di una vacanza”? Perfetto, hai appena acquistato un soggiorno da 2 settimane ai Caraibi.

RISCHIO PRIVACY
Il sistema poi potrebbe processare anche i DM: chi li manda un po’ osè potrebbe trovarsi alla porta il postino con un pacco di gadget erotici. O peggio ancora una escort, con comprensibile imbarazzo in famiglia.

Se poi il servizio prendesse piede anche in Italia – conoscendoci – verrebbe sicuramente implementato anche un sistema per la compravendita anche dei voti elettorali.

Cordialità,
Il Triste Mietitore

(Foto by InfoPhoto)