Facebook, come molti di voi sapranno, è il social network più popolare al mondo, avendo superato il miliardo di utenti. Di conseguenza, nei paesi occidentali, è molto probabile che chi abbia un accesso ad internet lo conosca, e pur non avendo necessariamente un account è risaputo qual è il simbolo più emblematico della piattaforma, il Like, o nella versione italiana, il Mi Piace, onnipresente non solo all’interno del social ma anche ormai in gran parte dei siti internet, dai post dei blog che ne godono in diffusione apparendo sui profili alle pagine collegate che guadagnano pubblico.

Ora, è logico che con la presenza del Like gli utenti abbiano tra le principali richieste di novità quella di un tasto Dislike, che sempre traducendo sarebbe Non mi piace. Il social network ha sempre risposto negativamente a questo tipo di richieste, ed il motivo è semplice: Facebook non vuole che tale funzione possa essere utilizzata per infastidire o mancare di rispetto nei confronti degli altri, e in un pensiero più economico sicuramente non piacerebbe né al social né agli utenti business vedere fioccare i Non mi piace sui post sponsorizzati a pagamento per finire nei News Feed.

Ebbene, oggi potrebbe essere una data storica per il social di Mark Zuckerberg, perché sembra esserci stato un importante cambiamento di tendenza, al punto che lo stesso CEO di Facebook, come riporta The Vergeha annunciato in una sessione di Q & A (Domande e Risposte) che il tasto Non mi piace è attualmente in fase di sviluppo, e addirittura presto sarà pronto per una prima fase di test.

Non ci sono molti dettagli, ma secondo il dirigente del social network si tratterà di uno strumento per esprimere empatia, che si tradurrebbe per esempio nel mettere Dislike ad un post di un amico su un evento triste o comunque negativo. Ne sapremo certamente di più nel prossimo futuro, ma sicuramente è tanta la curiosità per questa nuova funzione, che anche se differente magari da come immaginata dagli utenti, è stata per anni al centro delle richieste di modifiche.