Torna per l’ennesima volta la truffa dei Ray-Ban venduti a prezzi stracciati su Facebook, con tanto di beneficenza insieme all’acquisto. L’ultima volta, ne avevamo parlato a dicembre 2015. La forma è leggermente differente, ma i rischi per chi cade nella rete sono sempre gli stessi: viene clonata la carta di credito.

A lanciare l’allarme è ancora una vola la Polizia Postale attraverso la pagina ufficiale di Facebook “Una vita da social”, che mette in guardia gli internauti dopo che questo truffa ha già colpito numerosi creduloni.

Queste la parole del post firmato Polizia Postale: ‪”#‎OCCHIOALLATRUFFA‬:L’offerta Ray Ban promossa su Facebook sembra un’operazione di beneficenza ma nasconde una truffa. Ecco come funziona e come difendersi.L’annuncio sponsorizza Ray Ban a 19,99 euro. Già di per sé allettante come proposta. Ma non solo: metà dell’importo, si legge, sarà devoluto in beneficenza. Quale migliore occasione per risparmiare e fare del bene al tempo stesso?cliccando sul banner pubblicitario, infatti, si attiva un virus che “invita” la lista dei contatti e fare lo stesso. Inoltre, non appena si effettua la transazione per acquistare gli occhiali, il numero di carta di credito viene clonato”.

E se la frittata è già stata fatta? Ecco come comportarsi, secondo la Polizia Postale: “Cosa fare se per sbaglio avete cliccato l’offerta Ray Ban? Prima di tutto si deve cambiare la password Facebook. Se si naviga da cellulare inoltre è consigliabile controllare l’elenco delle applicazione per verificare che non ce ne siano alcune non richieste. Vanno inoltre controllate immediatamente le transazioni della carta di credito. In caso di movimenti sospetti contattare la polizia postale per la denuncia”.