Facebook lancia la sfida a Youtube. Il social network di Zuckerberg ha infatti aggiornato l’algoritmo relativo alla selezione dei video che vengono mostrati sulla bacheca degli utenti.

Ora Facebook analizza tutti i video più apprezzati da un utente, come quelli visualizzati a schermo intero oppure quelli visti con l’audio, e successivamente ne propone di simili. Una novità che va ad aggiungersi a quella di settimana scorsa, quando la società di Menlo Park ha annunciato di tenere in considerazione le abitudini degli utenti nella fruizione dei video, ad esempio quando e per quanto tempo questi vengono visti, così da mostrarne in numero maggiore e in posizioni più rilevanti agli utenti più interessati e, allo stesso tempo, meno ai navigatori poco multimediali.

Una scelta che esprime la chiara volontà da parte del gigante del social networking di ampliare ulteriormente la propria utenza, già estremamente importante, anche per quello che riguarda il settore video. Un campo in cui Facebook è già comunque molto presente: la società ha fatto sapere ad aprile di aver raggiunto una cifra pari a 4 miliardi di visualizzazioni video giornaliere, contro il miliardo di video visti sul social ad ottobre 2014. Una crescita esponenziale, ma che, evidentemente, a Facebook non sembra bastare.