Facebook ha deciso di inserire all’interno della sua applicazione una nuova funzionalità presente su Snapchat e già integrata anche in Instagram. Trattasi delle Stories, mini raccolte di immagini e video che gli utenti possono creare e poi condividere con gli amici. Particolarità, come anche sulle altre piattaforme, anche le Stories create su Facebook avranno una durata di 24 ore e poi si cancelleranno. Questa nuova funzione non è disponibile per tutti ma è in fase di test tra gli utenti iOS ed Android dell’Irlanda. Se la sperimentazione andrà bene, le Facebook Stories arriveranno per tutti. Non ci sarebbero, al momento, tempistiche certe per il loro debutto pubblico.

Facebook Stories, come funzionano

Baricentro di questa nuova funzinalità la fotocamera dello smartphone che serve per scattare le foto e registrare i video da inserire nelle Stories. Tutte le foto, inoltre, potranno essere personalizzate attraverso speciali filtri. Proprio come su Snapchat e su Instagram l’accesso rapido alla fotocamera per creare le Stories si effettua con uno swipe verso destra.

Le Stories create potranno, poi, essere condivise ma di default non appariranno nel News Feed e nella timeline anche se l’utente potrà, opzionalmente, decidere il contrario. Sempre similmente agli altri social network, gli iscritti, sulla parte superiore della loro app di Facebook, vedranno le icone dei loro contatti che hanno creato le loro Stories. Cliccandoci, si potranno visualizzare i contenuti.

Su Instagram, le Stories sono un grande successo con oltre 150 milioni di utenti che le utilizzano. Visto il grande bacino di iscritti di Facebook, questo strumento potrebbe presto diventare un vero e proprio successo arrivando ad oscurare la stessa funzionalità di Snapchat. Ma del resto, la strategia di Facebook è proprio quella di mettere in ombra Snapchat.