Dopo essere già arrivato in diversi paesi in fase di prova, fra cui l’Italia, Facebook Storie sbarca oggi ufficialmente in tutto il resto del globo.

Molti utenti avranno notato, nell’app per iOS e Android, la presenza di una barra nella parte alta del display contenete diverse immagini profilo inseriti all’interno di un piccolo cerchio. Toccandone uno, apparirà la sua storia, ovvero una serie di foto e video a tempo limitato.

Se invece se ne volesse creare una propria di storia, basta semplicemente toccare la fotocamera presente in alto a sinistra dell’applicazione. Toccata la fotocamera si può registrare video o scattare foto, aggiungendo testi, adesivi, filtri. Come già detto, la storia ha una durata di tempo limitata e può essere vista entro 24 ore, poi il contenuto si cancellerà automaticamente.

La storia è un tipo di contenuto più “esclusivo”, nel senso che non compare direttamente sul news feed o sulla timeline ma solo nello spazio creato ad hoc. I meno propensi a divulgare la propria Storia a tutti gli amici, potranno decidere di inviarla solo ad una selezionata schiera di contatti tramite il comando Direct, a fianco dei profili, che viene conservata fino all’avvenuta visualizzazione. Ricordiamo che il primo social ad introdurre una funzione simile a Storie è stato Snapchat, ma ora – oltre a Facebook – anche WhatsApp e Instagram la stanno adottando.