Facebook sa quando ti innamori. Sinceramente il dato mi era sfuggito, ma era contenuto all’interno di un’analisi pubblicata dal data scientist di Facebook Carlos Diuk nel giorno di San Valentino con una nota su Faccialibro.

Praticamente, le analisi di Facebook hanno rivelato che gli utenti postano di più quando sono single. Dal momento in cui s’innamorano seriamente, vale a dire da quando cambiano il proprio stato da singolo a in una relazione (e se avete il profilo inglese questa relazione può essere anche con persone del vostro sesso) ecco che il numero di post sulla bacheca subisce un drastico crollo.

Il post di Diuk ci dà anche dei numeri. Nei 100 giorni prima dell’inizio della relazione, i due piccioncini iniziano a scambiarsi sempre più post sulle rispettive timeline, raggiungendo una media di 1,67 post nei 12 giorni prima dell’inizio “ufficiale” (per Facebook) della relazione. Nei successivi 85 giorni la media scende a 1,53 post. Presumibilmente le coppie decidono di spendere più tempo insieme e le interazioni on line subiscono un crollo a favore di quelle nel mondo reale.

C’è però un vantaggio per tutti derivante da questo tipo di atteggiamento. I messaggi che vengono postati dopo l’inizio della relazione infatti sono molto più dolci e positivi rispetto a quelli che venivano pubblicati in precedenza.

Insomma, se tutti ci amassimo un po’ di più Facebook subirebbe un drastico calo di interazioni. Ora, prima di condividere questa cosa su Facebook, chiedetevi: lo fareste lo stesso se foste davvero innamorati?