“Sfida Accettata” è una nuova catena che sta impazzando da diversi giorni sulle bacheche degli utenti Facebook con vecchie foto in bianco e nero. Si tratta di una iniziativa molto seria, legata ad una campagna di sensibilizzazione per la prevenzione del cancro, cominciata a settembre 2016.

Con “sfida accettata” l’obiettivo è quello di mostrare al popolo dei social come sia la condizione di chi è colpito da un tumore. Questa nuova “moda” è partita dalla Spagna, da una ragazza malata di cancro, e in pochi giorni – come spesso accade per questo tipo di iniziative digitali – è arrivata anche sui profili indiani, inglesi e poi italiani.  Nel concreto, per partecipare a “sfida accettata” si deve cambiare a propria immagine profilo sostituendola con un selfie, da soli o con amici, in bianco e nero e mettendo nella didascalia la dicitura “Sfida accettata”. La scelta del bianco e nero non è ovviamente casuale ma volta a sottolineare la perdita di colori nella vita di chi deve lottare ogni giorno con una malattia molto grave, e sottoporsi a cicli di chemioterapia.

Purtroppo la particolare delicatezza del messaggio ha portato ad una debole incidenza e anche ad una mancata comprensione da parte della maggior parte delle persone, che ha pubblicato senza capirne bene il senso. In effetti non viene dato alcun riferimento al cancro o ad alcun tipo di prevenzione.

L’iniziativa non ha tenuto lontano le critiche, nonostante le buonissime intenzioni. Una donna italiana di 41 anni, Deborah, ha infatti espresso il suo dissenso tramite Facebook, con il suo profilo magica Debby, facendo sapere che i colori nella sua vita ci sono, ad esempio, il chiaro della sua pelle o il foulard che usa per nascondere la perdita di capelli data dalla chemioterapia.