Per quanto si possa criticare la funzione e il controllo esercitato da Facebook sui suoi utenti, il social network blu resta il più amato dal web. Non è una semplice diceria ma il risultato di una votazione alla base del Webby Awards

Facebook ha vinto i Webby Awards come sito più amato del web. L’evento premia a livello internazionale tutte le eccellenza presenti in Rete e svolge questa attività di monitoraggio da circa sedici anni.

Oggi dunque, nel 2012, siamo arrivati all’edizione XVI che si è conclusa il primo maggio. La premiazione ci sarà il 21 maggio prossimo e per capire l’importanza del premio è sufficiente ricordare qualche numero.

Hanno votato un milione e mezzo di persone da circa 200 paesi e la maggior parte dei votanti ha espresso una preferenza per Facebook che ha battuto altre realtà come Twitter, Youtube, Kiva e Change.org.

Questo sito è stato cruciale per la diffusione della primavera araba.

Un riconoscimento importante, assegnato dai giudici tra cui i cofondatore di Twitter Biz Stone, è stato assegnato anche a Instagram che è finito sul terzo gradino del podio composto da Louis CK e Bjork.

Il primo è l’autore dei testi di Letterman, la seconda, la cantante islandese, è stata “nominata” per la sua trovata dell’app-album.