L’attesa è finalmente terminata, la versione nativa o per meglio dire la versione 2.0 di Facebook per Android è arrivata sul Play Store. Dopo essermi battuto in prima persona contro l’obbrobrio della precedente versione dell’app nel post Facebook per Android cinque motivi per non installarlo, ora sono felice di averla installata.

L’applicazione è ottima, fluida e piuttosto usabile. Il primo avvio mi ha causato rogne vista le misure di sicurezza che ho adottato per il mio account, ma dopo questo piccolo intoppo, finalmente posso utilizzare un’app di Facebook degna di essere definita tale. La riscrittura e l’ottimizzazione del codice è evidente, siamo ora quasi ai livelli della versione per iOS. Le novità principali, oltre ai miglioramenti prestazionali sono la visualizzazione delle foto a schermo intero con un singolo tap e un nuovo engine per lo scrolling.

È finalmente un piacere utilizzare Facebook sul mio smartphone. Prima dovevo utilizzare la web-app, che lo stesso Mark Zuckerberg aveva definito un fallimento. Spero che questa sia una base di partenza per gli sviluppatori di Facebook e non un punto di arrivo. Si spera che ora che è stato quasi eliminato il divario tra le applicazioni per iOS e Android, che tutte le novità vengano introdotte contemporaneamente, rendendo così di fatto l’esperienza utente unica su diversi sistemi operativi e nello specifico, sugli smartphone.