Ieri abbiamo festeggiato i dieci anni di Facebook proponendovi uno speciale e un sondaggio sul futuro del social network. Oggi a questo sondaggio ha risposto nientepocodimenoche Mike Zuckerberg con un post su Facebook, ovviamente, spiegandoci che Facebook non sarà più Facebook in futuro e che volenti o nolenti ci resteremo comunque.

Partiamo dal nostro sondaggio. Il 60 per cento dei nostri lettori è d’accordo con il @tristemietitore e i suoi 10 motivi per lasciare Facebook in massa. Quelli che sostengono la posizione di @lddio, Facebook è per sempre, sono dunque la minoranza. Questo significa che ci sarà presto una fuga di massa? Al di là delle previsioni scientifiche che lasciano il tempo che trovano, la verità è che non migreremo su Google+ fino a che ci sarà Facebook. Semplicemente, perderemo il doppio del tempo a controllare l’uno e l’altro.

Veniamo a Zuck. Nel suo post il founder di Facebook l’ha detto, anzi scritto, esplicitamente: Oggi i social network sono per lo più legati alla condivisione di momenti. Nel prossimo decennio ci aiuteranno a rispondere alle domande e risolvere problemi. Oggi abbiamo solo un paio di modi di condividere le nostre esperienze. Nel prossimo decennio la tecnologia ci aiuterà a creare molti altri modi di catturare e comunicare nuovi tipi di esperienze.

Una specie di Google, per intenderci. Ora capite perché a Mountain View lo considerano il nemico numero uno?

Una di queste nuove esperienze sono senz’altro le news. Facebook Paper (nel link la nostra recensione) è lo strumento che ci porterà in questa nuova esperienza. Se non l’avete ancora provato, potete trovare in un post di ieri le istruzioni per averlo.

Seguite Silvio Gulizia su Twitter e Google+