Su Facebook sta girando un nuovo virus che mette a rischio la sicurezza non solo dei computer ma anche degli smartphone. A lanciare l’allarme è stato Agente Lisa, sistema di sicurezza della polizia postale dedicato a Facebook, comunicandolo attraverso un post che ha già raggiungo le 45 mila condivisioni.

Il virus attacca gli utenti taggandoli all’interno di un video o in una foto (quasi sempre di natura pornografica) di un amico, ma l’amico in questione, ovviamente, non è al corrente dell’accaduto. In caso di click sul contenuto in cui si è stati taggati, il computer (o smartphone) sarà infettato da un virus capace di rubare i dati sensibili.

“Si tratta di un programma malevolo – spiega la polizia – che si insinua nel computer e tra i vari effetti può carpire anche i dati sensibili. Questo virus, inoltre si può trasmettere da contatto a contatto, ad esempio si può insinuare nella chat, quindi se chattate con un amico infetto potreste essere infettati anche voi. Fate attenzione poi anche agli smartphone, perché si può diffondere pure sui telefonini”.

Come difendersi dunque da questo nuovo attentato informatico? I soliti metodi: avere installato un buon antivirus e pensare prima di cliccare su dei link sospetti. Questi i consigli della polizia: “Innanzitutto evitate di cliccare su link che vi sembrano strani (possibile che un mio amico mi tagghi in un video porno sulla mia bacheca?). Installate, inoltre, un buon antivirus aggiornato. E poi usate il passaparola con i vostri contatti di Facebook. Una buona idea è quella di scrivere un post sulla vostra bacheca dicendo a tutti gli amici che non avete taggato nessuno su video o foto e di non aprire link inviati a vostro nome perché si tratta di un virus”.

Un altro metodo è quello di segnalare il post incriminato direttamente ad Agente Lisa, condividendolo sulla sua bacheca.