Finalmente Facebook ha svelato al mondo la grande novità che tutti stavamo aspettando: un nuovo motore di ricerca basato sui dati delle nostre connessioni. In parole povere, un motore di ricerca interno che ci consenta di trovare facilmente informazioni su un nostro amico, nel rispetto delle sue impostazioni della privacy.

Qualche giorno dopo le dichiarazioni di Twitter sul suo nuovo metodo di categorizzare le informazioni, anche per il business di Facebook organizzare i contenuti prodotti dagli utenti e avere la possibilità di trovarli facilmente sembra una funzione core.

Trovare facilmente le informazioni significa anche venire a conoscenza più facilmente sulle abitudini riguardo ristoranti, medici, locali e chi più ne ha più ne metta, dei nostri amici. Cosa vi fa pensare? A me viene in mente l’immagine di Zuckerberg con il simbolo del dollaro al posto degli occhi. Attirare l’attenzione delle attività presenti sul territorio e non solo online.

Grazie arstechnica.com per il live blogging e l’immagine.