Facebook, Microsoft, Twitter e YouTube hanno stretto un accordo per combattere la propaganda terroristica e le espressioni d’odio che purtroppo si possono trovare all’interno dei vari social network. Questi giganti del tech hanno, dunque, dato il via al “Global Internet Forum to Counter Terrorism” cioè una serie di iniziative atte a eliminare tutti i riferimenti al terrorismo all’interno delle piattaforme con l’obiettivo anche di porre in essere diverse azioni per arginare il fenomeno del reclutamento online. Questo forum dovrebbe anche agevolare la collaborazione con tutti quegli enti ed organizzazione che lavorano allo stesso scopo.

In particolare, i big del tech punteranno a migliorare le tecnologie di rilevamento dei contenuti legati al terrorismo, la creazione di nuove pratiche per arginare questi fenomeni e la condivisione di informazioni utili. Questo forum deve essere visto come un miglioramento del Forum Internet dell’UE e dell’Hash Database. Il primo lavora a trovare le migliori pratiche per identificare e rimuovere l’odio e i contneuti di propaganda terroristica ed i secondo è una raccolta di dati legati al terrorismo che se intercettati sulle piattaforma possono essere agevolmente bloccati.

Queste lodevoli iniziative arrivano, però, come una sorta di risposta alle pressioni dell’Unione Europea che chiede di limitare la diffusione del fenomeno dell’hate speech sui social network.

Facebook, Microsoft, Twitter e YouTube hanno, infine, affermato che divulgheranno maggiori dettagli sul progetto più avanti.