Facebook Messenger potrebbe presto guadagnare un’importante funzionalità in termini di sicurezza. Secondo quanto riporta, infatti, The Guardian, il social network starebbe pensando di introdurre la crittografia end-to-end all’interno della sua applicazione di messaggistica. Tale funzione, però, sarebbe implementata solamente come opzione e non sarebbe attiva di default. Questa curiosa scelta sarebbe da ricondursi al fatto che alcuni sistemi di intelligenza artificiale di Facebook richiedono all’accesso ai dati delle conversazioni su Messenger.

Con la crittografia, Facebook non potrebbe più avere accesso a questi dati e i sistemi di intelligenza artificiale non potrebbero più tornare a funzionare correttamente. In ogni caso, con questa mossa, il social network punta comunque ad offrire ai suoi utenti una piattaforma di messaggistica ancora più completa e sicura. La crittografia nelle conversazioni è, del resto, un tema di forte attualità soprattutto dopo i recenti fatti che hanno visti contrapposti Apple e l’FBI.

E che Facebook stia lavorando ad una migliore gestione della privacy su Messenger lo confermerebbero anche recenti indiscrezioni che davano il social network sperimentare messaggi a tempo per Messenger che dopo un certo periodo di tempo si autodistruggono.

Inoltre, WhatsApp ha di recente introdotto al medesima funzione all’interno delle sue chat e dunque non sorprende che Facebook voglia adesso fare la medesima cosa anche su Messenger. Facebook non ha voluto ne smentire e ne confermare le indiscrezioni di The Guardian che ha sottolineato, anche, che questa nuova funzionalità dovrebbe arrivare entro la prossima estate.