Facebook intensifica l’impegno nella lotta contro i video pirata che vengono condivisi all’interno della piattaforma. Proprio per questo, il social network ha acquistato la startup Source3 che sviluppa un software che è in grado di rilevare tutti quei contenuti protetti da diritti e condivisi senza autorizzazione. La tecnologia della startup sarà acquista in toto dal social network e Source3 cesserà di esistere. Una parte del team andrà a lavora direttamente in Facebook. Non noti i termini economici dell’operazione.

Facebook dispone già di uno strumento per la difesa dei diritti chiamato “Rights Manager” che identifica e rimuove i video condivisi abusivamente. I proprietari dei diritti possono anche lasciare i video online ricevendo una parte della remunerazione dalla loro visualizzazione.

Un sistema molto simile al “Content ID” di YouTube ma molto meno sofisticato. Proprio per questo il social network vuole arricchirlo di maggiori possibilità utilizzando le soluzioni di Source3.

Del resto, Facebook da tempo vuole diventare la casa di video esclusivi ma molti produttori non intendono investire se i loro video possono essere “rubati” con facilità. A questo punto sarà interessante scoprire come Facebook intenderà sfruttare il Know How acquisito da questa startup all’interno dei suoi sistemi di gestione dei diritti d’autore. Novità che sicuramente saranno annunciate nel giro di qualche mese.