Facebook ha annunciato che la sua intelligenza artificiale, conosciuta come “M“, sarà integrata ufficialmente all’interno di Messenger. I primi a disporne saranno gli utenti iOS ed Android americani ma il social network fa sapere che la sua disponibilità sarà estesa agli altri paesi nei mesi successivi. L’integrazione ufficiale di “M” arriva dopo molti mesi di test grazie anche ad un team dedicato che ha lavorato per rendere sempre più smart l’intelligenza artificiale.

M in Messenger lavorerà come un bot per offrire suggerimenti agli utenti. M, in breve, leggerà le chat e ricercando specifiche parole chiave proverà a suggerire alle persone alcune azioni che potrebbe compiere al posto loro. I suggerimenti arriveranno sotto forma di popup direttamente all’interno della conversazione. Il bot di Messenger consentirà, nello specifico, di inviare adesivi per conto dell’utente, effettuare pagamenti, prenotare una corsa attraverso Uber, avviare un sondaggio e condividere la posizione con agli altri utenti della chat. Inoltre, questo bot aiuterà gli utenti a pianificare eventuali attività con gli altri iscritti della piattaforma.

L’inizio dello sviluppo di “M” è incominciato nel 2015 quando l’intelligenza artificiale permetteva solamente di chattare con qualcuno. Sebbene il bot permetterà su Messenger di ricevere semplici suggerimenti e di compiere piccole azioni, trattasi di un nuovo passo del social network verso una strategia in cui l’intelligenza artificiale ed i bot saranno sempre più presenti ed utilizzati all’interno della piattaforma.