Facebook è al lavoro su un assistente digitale personale che verrà integrato all’interno dei propri servizi, in particolare nella popolare piattaforma di messaggistica Messenger. L’annuncio ufficiale è stato dato da David Marcus, capo di Facebook Messenger, il quale ha illustrato alcune peculiarità del nuovo assistente personale M che viene gestito da un’intelligenza artificiale istruita e supervisionata da persone.

Con l’introduzione di Facebook M, il social network di Mark Zuckerberg entra all’interno di un terreno in cui vi sono già presenti aziende come Apple, Google e Microsoft con i rispettivi Siri, Google Now e Cortana. Tuttavia, rispetto ai classici servizi basati sull’intelligenza artificiale attualmente disponibile sul mercato, Facebook M può essere utilizzato per effettuare acquisti, consegne, prenotare ristoranti, organizzare viaggi, appuntamenti e molto altro ancora. Di fatto, secondo David Marcus, M punta a rivoluzionare il nostro approccio agli assistenti personali e mira a offre un’ampia gamma di funzionalità, non ancora oggi presenti sul mercato.

Schermata Facebook M su iPhone

Facebook M in Messenger su iPhone

Infatti, rispetto agli altri assistenti personali, M si appoggia alla forza lavoro umana e non ad algoritmi in grado di migliorare automaticamente nel tempo. Questa scelta può essere la risposta al fatto che M sia in grado di realizzare determinate tipologie di task più complesse, che altri assistenti personali non sono ancora in grado di svolgere. Allo stesso tempo, Facebook punterà molto sulla fase di test, al punto tale da coinvolgere, nelle prossime settimane, centinaia di utenti nell’area di San Francisco.

Per quanto riguarda la gestione degli errori, Facebook ha creato un team apposito denominato “M Trainers” che si occuperà della verifica delle operazioni più complesse, in modo tale da ridurre al minimo tutti i potenziali problemi che si potrebbero manifestare in futuro.

Ricordiamo, inoltre, che M non estrae alcun dato da Facebook, bensì si basa sulle domande poste e le conversazioni che sono state effettuate in precedenza. Tuttavia, David Marcus ha sottolineato il fatto che M potrebbe appoggiarsi anche a Facebook, richiedendo il consenso dell’utente.

Infine, l’assistente digitale personale Facebook M verrà reso disponibile gratuitamente e sarà accessibile in futuro da parte di tutti gli utenti di Messenger.