Si chiama login anonimo la nuova funzione introdotta da Facebook all’F8, la conferenza per gli sviluppatori organizzata dal social network. Il nuovo strumento di login affianca il Facebook Connect e consente agli utenti di provare le app di terze parti senza condividere i propri dati.

Quello di evitare la condivisione dei propri dati con app di terze parti è sempre stato uno degli scogli più duri da superare. La funzione apposita era praticamente così nascosta che senza una buona guida alla privacy di Facebook non si poteva scovarla.

Con il nuovo sistema di login si possono provare le app su Facebook. Dopo di che si può scegliere quali dati condividere. Per esempio puoi decidere di fornire la tua mail, ma non la data di nascita.

L’obiettivo è sottolineare la centralità dell’esperienza d’uso, ma si tratta di una funzione che non farà molto contenti gli sviluppatori, privati così dei dati degli utenti che utilizzano il proprio servizio. Se il login anonimo è in prova, il Facebook login sta venendo implementato già in questi giorni e presto sarà disponibile. Probabilmente non avremo voglia di farvi ricorso ogni volta che facciamo login in un’app tramite Facebook, ma avercelo lì a soddisfazione ci dà molta più tranquillità.

Anche l’app per mobile subirà un aggiornamento e consentirà di controllare esattamente cosa viene condiviso con quando si utilizzano servizi esterni al social network.