Non tira aria di crisi a Facebook, ma è inevitabile che l’età dell’utenza media sia inevitabilmente invecchiata, sia grazie alla capacità di penetrazione presso la fascia demografica più anziana ma anche per la progressione cronologica cui vanno soggetti gli utenti della prima ora.

Ed è impossibile non notare come i più giovani siano sempre meno attratti dal social network tradizionale in favore di nuovi concorrenti più innovativi, quali per esempio Snapchat. E proprio a quest’ultimo si ispira Lifestage, il nuovo servizio – app creato dal 19enne Michael Sayman e indirizzato esclusivamente a un target d’età inferiore ai 21 anni.

L’applicazione chiede agli utenti una serie di dati bio-anagrafici, tra cui anche una sequela di smorfie (felice, triste e così via), amicizie, cose che piacciono e non, modi di ballare e così via, ma la particolarità del questionario è che va compilato in forma di video: tutte le clip andranno poi a comporre il profilo dell’utente.

Di fatto tutti possono scaricare Lifestage, ma chiunque abbia più di 22 anni potrà vedere solo il proprio profilo, proprio perché l’app è stata progettata come metodo di comunicazione per studenti e giovanissimi: ad aumentare la viralità anche un blocco dei profili visualizzabili che può essere eliminato solo aggiungendo almeno 20 persone della propria scuola.

Nella app è previsto anche un sistema di livelli, basati su quante persone sono state aggiunte al proprio profilo, e in più alcuni emoji invitano ad aggiornare il proprio status con delle nuove clip. Saggiamente Lifestage non permette messaggi diretti, dato che esistono già tantissime app che svolgono questa funzione ed è infatti possibile lasciare il proprio indirizzo Snapchat o Instagram per questo tipo di contatti.

Per entrare in Lifestage non c’è bisogno neanche di un account Facebook, cosa che indica che Zuckerberg al momento non è interessato a collegare le due applicazioni, e d’altro canto Lifestage riprende l’iniziale dimensione scolastica in cui è stato realizzato il più anziano social network fratello.