Mark Zuckerberg ha spiazzato tutti. Salito sul palco ironizzando sul Facebook-fonino, ha presentato una nuova piattaforma che funzionerà anche sui tablet: Facebook Home è una macro-applicazione, scaricabile da Google Play il prossimo 12 aprile, compatibile ipoteticamente con qualunque dispositivo che installi Android. I primi a poterla utilizzare saranno i possessori di HTC One, HTC One X, Samsung Galaxy SIII, Samsung Galaxy S4 e Samsung Galaxy Note II. La lista dei dispositivi aumenterà mensilmente, insieme agli aggiornamenti.

D’accordo, ma cos’è Facebook Home? È un’infrastruttura che intende spostare l’attenzione dalle app alle persone. Non obbligherà a effettuare il rooting dei dispositivi, né complesse procedure d’installazione. Ha tre caratteristiche principali: Cover Feed è l’equivalente del News Feed già apprezzato sul social network e conterrà gli aggiornamenti dai contatti, l’App Launcher permetterà d’avviare tutte le altre applicazioni installate e Chat Heads di comunicare con gli amici tra SMS, MMS e messaggistica privata del social network.

Torneremo sull’argomento nei prossimi giorni, spiegando nel dettaglio il funzionamento di Facebook Home. Per quanto ho potuto vedere, però, lo strumento è eccellente… e propone delle soluzioni accattivanti a livello di design: gli Original Equipment Manufacturer (OEM) potranno usufruire di Facebook Home Program per distribuire dei device già integrati con la nuova piattaforma. È in questo contesto che s’inseriscono HTC e la statunitense AT&T, partner del social network per una prima distribuzione del servizio ai propri clienti.

Schermata di Facebook Home (2 di 4) Schermata di Facebook Home (3 di 4) Schermata di Facebook Home (4 di 4)