Mark è pronto a completare una rivoluzione iniziata durante lo scorso anno: “mobilizzare” Facebook. Oramai gli utenti del social network lo usano sempre di più tramite il proprio smartphone (78 per cento secondo gli ultimi dati rilasciati) e il futuro dell’azienda dipende dalla capacità di riadattarsi, cominciando a generare sempre più traffico tramite i telefoni e, soprattutto, aumentando i ricavi in termini pubblicitari da questi.

È per questo che nei prossimi giorni Facebook lancerà il Social Graph anche su mobile, come anticipato da Cult of Mac, a cui va il credit per l’immagine qui sopra.

La nuova app è pronta ed è in faste di testing, ma cosa aggiunge di nuovo? Poco o nulla. Per prima cosa mi auguro che risolva il problema della “laggosità” dell’app susseguente all’aggiornamento dettato dalle regole del flat design introdotte da iOS 7. La grossa novità sarà però come detto l’arrivo di Social Graph sui telefoni.

L’utilità di questo strumento è controversa. Parliamo infatti di un potentissimo tool di ricerca che ci permette di ficcanasare in profondità nei profili dei nostri amici. Per testarlo, come abbiamo fatto noi, basta attivare la lingua inglese sul vostro profilo Facebook.