Facebook ha compiuto la svolta definitiva verso la parificazione dei generi. Be’, magari definitiva non proprio, perché ci sarebbero un paio di cose da sistema, ma da oggi è possibile impostare il proprio genere scegliendo fra diverse categorie e non più solo maschio o femmina.

Per farlo dovete entrare nel panello di modifica del vostro profilo e alla voce genere scegliere l’opzione custom, personalizza. A quel punto iniziate a digitare una lettera e vi saranno offerte diverse opzioni:

  • Agender
  • Androgyne
  • Androgynous
  • Male to female
  • Pangender
  • Trans
  • Trans Female, Male, Man o Person
  • Bigender
  • Non-binary
  • Cis
  • Cis Female, Male, Man o Woman
  • Cisgender
  • Cisgender Male, Female, Man o Woman
  • Gender Fluid
  • Gender Nonconforming
  • Gender Questioning
  • Gender Variant
  • Genderqueer
  • Neither
  • Neutrois
  • FTM
  • MTF
  • Intersex
  • Two-spirit.

I profili sono tutti in inglese perché per il momento la modifica di genere è possibile solo per chi utilizza il profilo in inglese. È l’ennesima forma di discriminazione verso gli altri paesi. Chi ha il profilo in lingua inglese infatti ha anche diverse opzioni nella scelta delle “relazioni” e può indicare se sta vivendo una situazione di coppia di fatto o unione civile.

Oltre a scegliere fra una delle opzioni indicate sopra è anche possibile indicare come volete che ci si riferisca a voi: lui, lei o voi. L’idea di farsi dare del voi è quantomeno bizzarra, ma ad alcuni potrebbe sembrare la miglior soluzione.

L’operazione è partita un po’ in sordina e non è chiaro se e quando arriverà in Italia. Significativo è che avvenga proprio nel mentre si svolgono i giochi di Sochi, già occasione per Google di protestare contro la legge anti-gay di Putin con un Doodle arcobaleno.