Facebook intende scorporare parte della gestione delle foto dall’applicazione ufficiale del social network concentrandola all’interno dell’applicazione Moments. Facebook, infatti, ha iniziato ad informare i suoi utenti che a partire dal prossimo 7 luglio 2016 per continuare a poter utilizzare la funzione di sincronizzazione delle foto sarà necessario utilizzare l’app Moments. In caso contrario, non solo la sincronizzazione non potrà più essere utilizzata ma anche le foto caricate sino ad ora andranno perse.

Dal 2012, il social network offriva ai suoi iscritti la possibilità di sincronizzare tutti gli scatti effettuati attraverso il proprio dispositivo mobile all’interno del loro account in una cartella privata. Una funzione non molto diversa da quella che offrono molti account cloud come Dropbox e OneDrive. Dal prossimo 7 luglio, però, le cose cambieranno perchè questa funzionalità sarà riservata esclusivamente all’applicazione Moments.

Una scelta che da un lato non stupisce visto che Facebook ha già separato alcune funzioni chiave come Messenger dall’app principale ma per gli utenti arriva comunque la necessità di utilizzare un’app in più per poter gestire tutte le funzioni all’interno del social network. In ogni caso, Moments non offrirà solamente un mero strumento di sincronizzazione ma tutta una serie di opzioni di valore aggiunto che dovrebbero permettere agli utenti di poter disporre di un’esperienza d’uso migliore nella gestione delle foto.

Tra le tante funzioni di Moments si ricorda quella che permette di riconosce gli amici nelle foto che potranno poi essere automaticamente condivise con loro.

Infine, si ricorda che Moments è disponibile al download gratuito sia per iOS che per Android.