Il team di ricerca di Check Point Software Technologies ha scovato una nuova falla di sicurezza in Facebook e precisamente nella chat del social network e nell’applicazione Messenger. MaliciousChat, questo il nome dato alla vulnerabilità, consentiva ai malintenzionati di modificare o rimuovere qualsiasi messaggio, foto, file, link e altro ancora inviato in precedenza. Nel caso fosse stata utilizzata da malintenzionati, MaliciousChat avrebbe potuto avere un impatto notevole, dato il ruolo che Facebook riveste nella quotidianità di moltissime persone. Infatti, molti utenti si affidano al noto social network per comunicazioni sia di tipo personale che professionale ed è per questo che MaliciousChat è così interessante per gli hacker.

Nello specifico, la vulnerabilità individuata dal team di Check Point Software Technologies avrebbe potuto essere sfruttata dai pirati informatici per manipolare la cronologia dei messaggi, come parte di una campagna fraudolenta; manomettere, alterare o nascondere informazioni importanti che possono avere ripercussioni legali; diffondere malware.

Nessun problema, comunque, il team di sicurezza ha già segnalato la debolezza a Facebook prima di annunciarla pubblicamente. Il noto social network, grazie alla collaborazione con il team di Check Point Software Technologies, ha già provveduto a rilasciare una patch che ha risolto la falla. Dunque, oggi, gli utenti del social network possono utilizzare gli strumenti di comunicazione tranquillamente senza temere il possibile attacco da parte dei cracker.