Facebook e i suoi problemi sulla privacy

Evidentemente chi “controlla” il Web crede molto nel progetto Social Network Facebook, infatti è appena stata siglata una normativa che prevede che il Social Network Facebook subisca controlli per i prossimi venti anni.

Le polemiche su come sono utilizzati i dati su Facebook sembrano proprio non diminuire, la poca voglia di proteggere la privacy degli utenti da parte del Social Network più utilizzato nel mondo non è mai stato un segreto ma ora gli organi di controllo competenti non ci stanno più e vogliono chiarezza.
Dopo i numerosi “richiami” gentili da parte dell’autorità, in questi giorni si è giunti a un accordo con la Federal Trade Commission Americana che sembra soddisfare tutti.

Il nuovo accordo prevede una politica molto più restrittiva della privacy da parte dei programmatori del Social Network Facebook, se fosse applicata la nuova norma Facebook sarebbe obbligato a ottenere il consenso degli utenti prima di ogni interventi.

Ma la notizia più incredibile è che la norma prevede che per i prossimi 20 anni Facebook dovrà sottoporsi a controlli sulle sue politiche di privacy da parte di consiglieri indipendenti.
Evidentemente anche le autorità si augurano che Facebook continui la sua scalata al successo.